Inaugurato alla casa di riposo Cadeo

il trompe-l'oeil di Riccardo Terzi 

Giornale di Brescia del 2 ottobre  2014

Continua a leggere


Fondazione Pietro Cadeo, Bilancio Attivo

e rette senza alcun aumento dal 2013

Giornale di Brescia del 10 luglio 2014

Continua a leggere


 L'assessore regionale Mantovani in visita alla Cadeo

Giornale di Brescia del 5 giugno 2014

Continua a leggere


 Casa di Riposo Pietro Cadeo

Chiuso l'ultimo bilancio dell'era Massafra

Ottenuto un attivo di 17.550 euro

Chiari Week del 23 maggio 2014

Continua a leggere


Casa di riposo, lavoro silenzioso dei volontari

Tutti i giorni sono in campo accanto agli anziani

Giornale di Brescia del 20 marzo 2014

Continua a leggere


 

Bresciaoggi

Trasporto anziani:

La Cadeo cambia marcia

lunedì 12 dicembre 2011 PROVINCIA, pagina 17

 

Chiari: il nuovo furgone attrezzato della casa di riposo «Cadeo»

 

Un mezzo pensionamento e una entrata in servizio nello stesso giorno a Chiari. Ad andarsene, ieri, è stato il vecchio automezzo della casa di riposo «Pietro Cadeo», rimpiazzato da un nuovo veicolo inaugurato ieri mattina alle 10, che consentirà anche il trasporto di disabili in carrozzella grazie a una pedana meccanica. Il nuovo mezzo, un «van» Renault, è costato circa 30 mila euro e ha beneficiato di un finanziamento di un terzo da parte della Provincia.

«Grazie a questo autoveicolo - ha commentato il presidente della Rsa, Giovanni Massafra - l´Istituto Pietro Cadeo mette a disposizione dei propri ospiti un servizio qualitativamente superiore, adeguato anche al trasporto dei disabili che ora possono salire e scendere in sicurezza. Il precedente minibus resterà in forza come "muletto"».

Per la casa di riposo si tratta di un potenziamento dovuto, visto che con un solo automezzo, tra l´altro «anziano», era impossibile reggere il ritmo degli spostamenti da e per i centri di cura degli oltre 150 ospiti. Tanti sono i residenti della struttura; una ventina dei quali nel nucleo Alzheimer interamente accreditato dalla Regione. E accreditati sono anche gli altri 125 posti, mentre soltanto cinque sono i residenti privati a retta intera. Inoltre la Cadeo conta 20 frequentatori del Centro diurno.

Tra gli obiettivi della residenza per la terza età è primario l´ottenimento delle volumetrie concordato con l´Opera Pia Bettolini, sua «vicina di casa», che a rustico dovranno essere consegnate entro la fine del 2013, mentre i lavori saranno ultimati entro pochi mesi, così da potenziare gli spazi per i servizi. «In questo momento - aggiunge il presidente - le cinque stanze che otterremo non saranno finalizzate ad aumentare i posti letto, ma soltanto a migliorare la qualità dell´offerta dell´istituto».

Nel frattempo c´è stata l´«apertura» ai non residenti; con una palestra riabilitativa seguita da cinque fisioterapisti e un fisiatra. M.MA.

 


 

Notizie Pubblicate su   Chi@riNewsletter

Canale informativo del Comune di Chiari


 

Numero 72 - 25 Aprile 2011

"Crucifige” in anteprima alla RSA Cadeo domenica 17 aprile e in centro a Chiari martedì 19 aprile

Domenica 17 aprile si sono svolte, presso la Casa di Riposo Cadeo di Chiari, la prova generale e l’anteprima della performance teatrale “Crucifige” a cura del gruppo di spettacolazione “4 Quadre Teatro in Strada”. “Lo spettacolo – ha dichiarato il Presidente della RSA Cadeo, prof. Giovanni Massafra - è stato molto apprezzato dagli Ospiti che, accompagnati dai volontari e dal personale dell’Istituto hanno seguito le scenografie ambientate in varie zone della Fondazione Cadeo, a partire dal parcheggio e di seguito davanti alla chiesa intitolata alla Sacra Famiglia per concludersi nello spiazzo tra l’edificio religioso e le cucine dove è stata allestita la Crocifissione. A nome del Consiglio d’Amministrazione e mio personale, ringrazio le Quadre di Chiari e in particolare i signori Antonelli, sempre disponibili nei confronti della Casa di Riposo, il regista Pierluigi Castelli, gli attori, le comparse, i volontari, il servizio animazione e quanti si sono prodigati per l'ottima riuscita della manifestazione”.

Al termine della celebrazione in duomo di riposizione del Santissimo Sacramento per la conclusione delle Quarantore ha preso il via, nella serata di martedì 19 aprile, la performance teatrale itinerante “Crucifige”, ispirata alla Passione di Cristo a cura del gruppo di spettacolazione “4 Quadre Teatro in Strada” per la regia di Pierluigi Castelli e Samuele Farina. L’allestimento si è snodato dal cortile di Casa Vagni, in Via Marengo, fino in Piazza delle Erbe per la coreografia della cacciata dei mercanti dal tempio. Nel Quadriportico tra Piazza Erbe e Zanardelli, sono state ambientate l’Ultima Cena e la preghiera di Gesù nell’Orto degli Ulivi. Diversi quadri scenici si sono susseguiti in Piazza Zanardelli con la condanna e fustigazione di Gesù da parte del Sinedrio, il giudizio di Pilato, la liberazione di Barabba, la morte di Giuda, Pietro che rinnega per tre volte Gesù prima che il gallo canti e la Crocifissione sul Golgota. Efficace e ben congegnata l’interpretazione dei figuranti del gruppo “4 Quadre Teatro in Strada”, apprezzata dal pubblico che ha accompagnato questa originale animazione itinerante della Via Crucis.


Numero 71 - 18 Aprile 2011

Accordo stipulato tra il Presidente Massafra della Fondazione Cadeo e il Presidente Mondini della Fondazione Bettolini di Chiari

 

Lo scorso 10 marzo è stato sottoscritto tra il Presidente della Fondazioni Cadeo prof. Giovanni Massafra e il Presidente della Fondazione Bettolini Fulvio Mondini l’accordo che sancisce la regolamentazione di parte dell’area di Viale Cadeo in proprietà della Bettolini onlus a disposizione della RSA Cadeo.

“Manifesto soddisfazione per la conciliazione stipulata davanti al giudice il 10 marzo – ha dichiarato il presidente dell’Istituto Cadeo, prof. Massafra - Ringrazio anche quanti si sono prodigati, impegnandosi in prima persona, per arrivare ad una soluzione positiva. La conciliazione non è una semplice convenzione tra privati ma un accordo firmato davanti al giudice che passa in giudicato e quindi non è più appellabile. Nei termini sottoscritti da ambo le parti, è prevista la cessione dalla Fondazione Bettolini alla Cadeo, a titolo gratuito, del secondo piano dell’immobile in fase di costruzione a cura della Bettolini: si tratta di 280 metri quadri a rustico all’interno e finito esternamente. Il passaggio di proprietà avverrà entro il 31 dicembre 2013. Se entro quella data non fosse disponibile, è prevista una penale giornaliera di 300 euro. Vi sono poi altre clausole che garantiscono l’Istituto Pietro Cadeo. In particolare è contemplata l’assicurazione su eventuali danni provocati durante i lavori mentre, per quanto riguarda la sede stradale sul lato Ovest di accesso alla RSA Cadeo gravata da una servitù di passaggio, sarà resa sempre libera durante i lavori e sarà previsto, successivamente, un divieto di sosta. Da agosto 2010 il Consiglio di Amministrazione si è attivato per tutelare l’Istituto Pietro Cadeo: a giudizio unanime riteniamo che la conciliazione stipulata garantisca adeguatamente gli interessi della RSA. Ritengo importante che l’obiettivo sia stato raggiunto rapidamente nell’interesse delle due Fondazioni: l’una, la Cadeo, ha avuto quello che le era stato promesso più volte, l’altra, la Bettolini, ha potuto riprendere i lavori nell’ambito del Programma Integrato d’Intervento in Viale Cadeo. Stiamo ora valutando come CdA della Cadeo, anche alla luce del nuovo Piano Socio Assistenziale Regionale, i criteri possibili di utilizzo del nuovo spazio di cui siamo proprietari. Sicuramente entro il 2013 presenteremo un progetto per la destinazione della nuova superficie e nel 2014 contiamo di procedere con l’esecuzione dei lavori e con l’inaugurazione dei nuovi locali. L’obiettivo è di offrire alla città un potenziamento dei servizi da parte della Fondazione Cadeo”.


Numero 70 - 11 Aprile 2011

5 per mille alla Casa di Riposo Istituto Pietro Cadeo onlus di Chiari

“A nome del Consiglio d’Amministrazione della Casa di Riposo Istituto Pietro Cadeo onlus di Chiari – ha comunicato il Presidente, prof. Giovanni Massafra - abbiamo attivato una campagna di sensibilizzazione per sollecitare la destinazione del 5 per mille alla Fondazione che, dal 1859, è in prima linea nell’assistenza agli anziani, clarensi e non”. Per destinare il 5 per mille dell’imposta sul reddito delle persone fisiche IRPEF per l’anno 2010 è sufficiente scrivere nell’apposito riquadro dei modelli 730, UNICO e CUD il codice fiscale della RSA Cadeo 82000970176 e firmare nella sezione “sostegno del volontariato e delle altre organizzazioni non lucrative di utilità sociale, delle associazioni di promozione sociale e delle associazioni e fondazioni riconosciute”. La destinazione del 5 per mille non è sostitutiva né alternativa dell’8 per mille. “Attualmente – continua il prof. Massafra, da dicembre 2009 presidente dell’Istituto Cadeo onlus – accogliamo nella Residenza Sanitaria Assistenziale di Chiari 150 ospiti non autosufficienti e 20 anziani nel CDI Centro Diurno Integrato. Tutti, se saremo fortunati, un giorno raggiungeremo il traguardo della terza età: meglio è poter restare a casa propria, ma è rassicurante sapere che nella nostra città esiste una Casa che garantisce assistenza professionale in un’atmosfera cordiale. Gli anziani sono le nostre radici e la nostra storia: all’Istituto Cadeo operiamo per migliorare la qualità di vita dei nostri ospiti e per ottimizzare i servizi chiediamo, con la destinazione del 5 mille, la collaborazione di tutti”.

 


Il 25 giugno 2010 la Casa di Riposo "Istituto Pietro Cadeo" festeggia il dr. Giovanni Battista Migliarini che, dopo 31 anni di Direttore presso la Fondazione, va in pensione.

 

Dal Giornale di Brescia del 24/06/2010

Chiari La città saluta il direttore della Casa di riposo

  

CHIARI Dopo oltre 31 anni di servizio, la comunità si appresta a congedare con grande affetto il direttore dell''Istituto per anziani «Pietro Cadeo» di Chiari, Giovanni Battista Migliarini. La cerimonia di saluto - organizzata dal presidente Giovanni Massafra (succeduto di recente a Primo Massetti Grumelli), dalla dottoressa Matilde Rodella e dal consigliere dell''ente Annamaria Bosetti - è in programma questo venerdì 25 giugno. Alle 9.15 nella chiesetta dell''Istituto il prevosto della cittadina, monsignor Rosario Verzeletti, e il cappellano don Davide Carsana celebreranno una santa Messa. Seguiranno i saluti istituzionali. Hanno già dato conferma della loro presenza il sindaco di Chiari, Sandro Mazzatorta, e il presidente dell''Istituto Massafra, oltre al consigliere regionale Margherita Peroni, al consiglio d''amministrazione dell''ente, agli ex presidenti, ai membri del Comitato ospiti parenti, agli ospiti, ai dipendenti e ai volontari della Residenza sanitaria assistenziale. La cerimonia verrà conclusa dalla proiezione di un filmato ricordo, alle 11, nella sala Tenchini dell''Istituto e, alle 11.45, da un rinfresco. Come accennato, Migliarini ha lavorato per la Casa di riposo ininterrottamente per oltre 31 anni. Egli ha iniziato la sua carriera il 31 gennaio 1979 con la qualifica di segretario (allora la Casa di riposo era una struttura pubblica) ed ha proseguito con la carica di direttore generale quando l''Ente è diventato, nel 2004, privato. «Migliarini - commenta Massafra - ha sempre messo al primo posto la qualità del servizio e la soddisfazione di ospiti e parenti. Se l''Istituto è certificato Iso 2008, se tutti i lavoratori sono dipendenti dell''Ente e se negli anni ha avuto diverse ristrutturazioni è certamente merito suo»

 
Dal Bresciaoggi del 04/08/2010

Congedi alla Casa di riposo

  

CHIARI. Dopo 31 anni il direttore Migliarini è andato in pensione. La casa di riposo di chiari ha salutato un amico prima ancora che un dirigente. Dopo aver guidato per 31 anni la struttura socio assistenziale è andato in pensione Giovanni Battista Migliarini direttore generale della «Pietro Cadeo». Il commiato ufficiale si è consumato nelle scorse settimane durante una cerimonia informale quanto emozionante alla presenza del presidente dell''ente Giovanni Massafra, della sua vicaria Annamaria Bosetti e dalla vicedirettrice Matilde Rodella. «Un ringraziamento dovuto - spiega Massafra - per un impegno tanto lungo e proficuo a favore del nostro istituto». Facendosi portavoce di uno stato d’animo diffuso nella comunità, hanno voluto esprimere solidarietà a Migliarini anche il prevosto monsignor Rosario Verzeletti, il cappellano Davide Carsana e il sindaco Sandro Mazzatorta. «Grazie a Migliarini - ha commentato Massafra nel corso della cerimonia - l''istituto ha ottenuto gradi di certificazione inaspettati, andando incontro a progetti di potenziamento e perfezionamento che ne hanno fatto punto di riferimento per tutta la provincia».M.MA.

 

 

 

 
     

 
 

Istituto "Pietro Cadeo" O.N.L.U.S. - Tel. 030 7100361 - Fax 030 711480 - Viale Cadeo, 13 - 25032 Chiari (BS)

tutti i contenuti, se non altrimenti specificato, sono © 2011 Istituto "Pietro Cadeo" O.N.L.U.S. - C.F. 82000970176 - P. I. 00724380985

tutti i diritti riservati - riproduzione vietata